Lo Smoking da uomo: guida su come, quando indossarlo. Cosa fare e cosa evitare

Che si tratti di lauree, battesimi o matrimoni, la parola “abito da cerimonia” diventa sempre più all’ordine del giorno. Gli abiti classici, anche se in colori scuri e ben confezionati, sono una valida alternativa anche se possono peccare di informalità; gli smoking invece, grazie alla loro forma e origine, sono da sempre la scelta ideale per le occasioni più speciali.

Se dobbiamo proprio dirlo, un po’ per amore della tradizione e un po’ per rispetto del galateo, noi italiani non siamo grandi fan dello smoking inteso come abito da matrimonio, ma è anche vero che questa sembra essere una delle poche occasioni rimaste durante tutto l’anno per sfoggiare un look black-tie.

Il semplice scegliere di indossare uno smoking non è un’automatica garanzia di eleganza e raffinatezza, ci sono infatti alcune accortezze che vanno osservate così da rendere il look black-tie davvero impeccabile ed evitare di commettere errori grossolani.

Ecco i nostri consigli su quando, dove e come indossare lo smoking e fare il primo grande passo verso l’eleganza.

Storia dello smoking

Versione storica dello smoking indossata dall'attore Christopher Plummer, nelle vesti del capitano Von Trapp nel film "Tutti Insieme Appassionatamente"
L’attore Christopher Plummer interpreta il capitano Von Trapp nel film “Tutti Insieme Appassionatamente” indossando una versione “storica” dello smoking.

Il termine “smoking” deriva dall’espressione inglese “smoking jacket” (giacca da fumo), un tipo di abbigliamento utilizzato nel XIX secolo dagli uomini quando si trovavano all’interno delle stanze dedicate ai fumatori.

In principio infatti, lo scopo di questo capo di abbigliamento era quello di evitare che gli abiti dei gentiluomini si impregnassero dell’odore del tabacco.
Il suo uso come abito elegante da sera invece, sembra si debba al Principe di Galles Edoardo VII che nel 1865 commissionò al suo sarto Henry Poole una giacca da sera corta di colore blu, da usare per le serate informali nella sua tenuta di campagna di Sandringham.

Da quel progetto nacque l’antenato di quello che oggi noi italiani (e non solo) chiamiamo smoking, gli inglesi “dinner jacket” (o dinner suit) e gli americani “tuxedo” (per via della sua originaria diffusione a partire dall’omonima città).

Quando indossare lo smoking

 

Un uomo indossa uno smoking da uomo blu con papillon blu, accompagnato da una donna con abito rosa
Lo smoking va indossato (quasi) solamente di sera.

Fin dalle sue origini, lo smoking è sempre stato considerato l’abito da sera per eccellenza. Lo scopo originario di questo tipo di abbigliamento era infatti quello di sostituire l’abito indossato per tutto il giorno, permettendo agli uomini di lasciarsi alle spalle la sporcizia e l’odore di una giornata trascorsa a cavallo o in città.

La scelta di indossare lo smoking incarnava il desiderio – tra persone di elevata inclinazione sociale – di essere freschi, puliti e il più attraenti possibile quando ci si incontra nelle occasioni mondane. Tradizione che si mantenne anche con l’avvento dell’automobile, quando tali necessità persero una reale giustificazione pratica.

Prima della Seconda Guerra Mondiale lo smoking e il frac erano ancora considerati l’unico abbigliamento appropriato per le serate mondane eleganti. Dopo la Guerra invece, l’abito tradizionale, ovvero il completo da lavoro, iniziò ad essere accettato nelle occasioni informali serali e diurne, e così l’uso dello smoking venne limitato ai soli eventi formali serali.

Mai prima di sera… ?

Indipendentemente da come viene definito l’abbigliamento da sera, lo smoking non dovrebbe mai essere indossato alla luce del sole. Questa condizione è però difficile da rispettare durante l’estate, in particolare nelle regioni situate lontano dall’equatore, gli esperti di galateo hanno dovuto quindi elaborare linee guida più pratiche e meno equivocabili.

La soluzione più comune è definire la serata in ordine cronologico e scoraggiare l’uso dello smoking in pubblico prima delle 18. L’altra scuola di pensiero, la più diffusa, consente una maggiore flessibilità in base alle latitudini della Terra e afferma che la sera inizia alle 18 o quando cala il buio, a seconda di quale delle due condizioni viene soddisfatta per prima.

In entrambi i casi, a meno che non tu lavori come cameriere, l’unica giustificazione per indossare lo smoking durante il giorno è se ti stai recando a un evento serale o se devi partecipare a specifiche funzioni diplomatiche.

… anche prima di sera

Il protocollo di riservare lo smoking per eventi formali che si tengono dopo le 18 è ancora molto seguito in Gran Bretagna, Paese in cui è stata mantenuta questa consuetudine ed in cui è ancora presente l’utilizzo del tight, controparte diurna dello smoking.

Negli Stati Uniti (ed in molti altri Paesi) invece, a partire dalla Seconda Guerra Mondiale gli abiti formali diurni come il tight sono quasi del tutto scomparsi; in loro assenza, la maggior parte degli americani hanno iniziato a considerare lo smoking come “abito formale” per tutti gli usi, e lo indossano dunque anche di giorno.

Di conseguenza, l’uso corretto serale dello smoking è diventato un’abitudine generalmente limitata ad una minoranza privilegiata che frequenta eventi “black tie” abbastanza spesso da considerare lo smoking come parte integrante del guardaroba di un uomo, piuttosto che come un capo da noleggiare raramente nella vita.

A che età si può indossare uno smoking

Gli abiti da sera sono stati ideati per occasioni “adulte” e per questo motivo lo smoking è considerato tradizionalmente inappropriato per i bambini o i ragazzi troppo giovani.

Come regola generale, i ragazzi non dovrebbero indossare lo smoking prima dei quindici anni e il frac non prima dei 18 anni. Si tratta di regole che risalgono agli anni ‘60, ma queste linee guida restano perfettamente pertinenti anche oggi se si considera che questa è l’età in cui i giovani cominciano a sostituire i loro vestiti con l’abbigliamento da adulti.

Esiste un modo più facile per definire a che età si possa indossare uno smoking? Forse sì. Tutto si può ridurre a una semplice regola empirica: se un ragazzo è troppo giovane per essere in grado di legarsi un papillon, allora è troppo giovane anche per indossare uno smoking.

Dove è più appropriato indossare lo smoking

Un uomo indossa uno smoking blu da sposo, accompagnato da una donna in abito da sposa bianco
Il matrimonio è uno dei possibili eventi durante il quale indossare uno smoking

Oggi la maggior parte degli eventi formali che richiedono lo smoking lo dichiarano esplicitamente nell’invito o in altre forme di istruzioni per gli ospiti, indicando solitamente il dress code “black tie”. Restano però alcune occasioni in cui l’uso dello smoking è tacitamente implicito ed atteso, o almeno caldamente consigliato.

Teatro e Opera

L’opera e il teatro sono è tradizionalmente considerate le più prestigiose di tutte le forme d’arte e di conseguenza hanno sempre richiesto agli spettatori di vestire lo stile più formale dell’abbigliamento.

Durante eventi speciali come le prime dei balletti o le serate di apertura di importanti produzioni teatrali è ancora comune in molte città vedere i migliori posti occupati dagli appassionati vestiti con lo smoking.

Eventi e party privati

Oggigiorno l’utilizzo dello smoking ha preso ampiamente piede in molti eventi privati (come le cene di gala) ai quali un tempo era riservato il più formale frac.

Come detto in precedenza, però, la maggior parte degli eventi formal privati che richiedono lo smoking lo dichiarano esplicitamente con la dicitura “black tie”.

In mancanza di questa indicazione, grazie al progressivo allentamento dell’etiquette legata all’abbigliamento formale, l’utilizzo di un abito classico al posto dello smoking è comunque accettato.

Debutto in società

Il debutto in società – detto anche ballo delle debuttanti – è un evento formale che riguarda l’introduzione formale di giovani donne – in genere di 17 o 18 anni – nella società.

Benchè questa occasione sia limitata ad una fascia molto giovane e ristretta della società, il dress code per gli uomini presenti al ballo richiede solitamente di indossare uno smoking. Regola non sempre rispettata dai giovani che spesso optano per abiti formalmente distanti dal classico look black-tie.

Matrimonio

Se sei invitato ad un matrimonio tardo pomeridiano, che si svolge in una cattedrale ed è seguito da un elaborato ricevimento, è probabile che gli sposi possano aver deciso di optare per un dress code black-tie.

Considerando che il galateo ufficiale richiede di indossare lo smoking solo di sera, l’utilizzo di questo tipo di abito è consigliato solamente nel caso in cui il matrimonio avvenga dopo le 18 (o comunque dopo il tramonto).

Detto ciò è bene ricordare nuovamente come l’utilizzo dello smoking anche per matrimoni celebrati durante il giorno sia stato ampiamente sdoganato nel Nord America; se sei invitato ad un matrimonio negli Stati Uniti che si svolgerà durante il giorno, indossare lo smoking potrebbe quindi essere ammesso.

Come si indossa uno smoking da uomo

Uomo in due pose, indossa uno smoking uomo nero, camicia con collo diplomatico, papilllon nero e pochette bianca.

Se l’invito a un matrimonio o a una prima a teatro richiedono esplicitamente un abbigliamento “black tie” non hai alternative, devi indossare uno smoking accompagnato dal classico papillon nero in seta. Quali sono però gli altri dettagli di cui occuparsi quando si indossa uno smoking? Ecco allora alcune regole per scegliere l’abito giusto e abbinarlo ai giusti accessori.

La giacca? Monopetto e con i revers adatti

Dettaglio smoking su revers giacca: a scialle e a lancia
I revers più adatti per la giacca di uno smoking: a scialle (a sinistra) e a lancia (a destra)

La giacca dello smoking deve essere rigorosamente monopetto senza spacchi posteriori e con allacciatura frontale a un singolo bottone. I revers? Esclusivamente a lancia o a scialle.

Le giacche due o tre bottoni, quelle che indossi solitamente in ufficio, invece non sono abbastanza formali; meglio riservarle ad altre occasioni.

Un altro dettaglio della giacca da curare sono le tasche: opta per tasche a filetto, sono più formali rispetto a quelle a pattina.

Il colore: blu, nero o avorio

Scegli il colore del tuo smoking tra il classico nero o il più moderno blu. Con il nero andrai sempre sul sicuro; il blu è una scelta più moderna, benché vada valutata in base al contesto.

Il modello con la sola giacca color avorio è invece più appropriato per i mesi estivi o durante tutto l’anno nei climi caldi.

La versione smoking bianco, sdoganata dagli attori di Hollywood, è invece ammessa solo per eventi en plein air.

Indossa una camicia con collo diplomatico

camicia bianca con colletto diplomatico per smoking e come veste con papillon nero indossato
La camicia bianca con il colletto diplomatico, da indossare con papillon nero, è imprescindibile

La camicia di un look black-tie deve essere rigorosamente bianca e può essere personalizzata con l’apposito colletto smoking.

Detto anche diplomatico, questo colletto è caratterizzato dalle tipiche alette frontali ed è disegnato apposta per essere indossato con il papillon.

Una personalizzazione da non dimenticare è quella dei polsini che dovranno essere doppi polsini (risvoltati su loro stessi) e dovranno prevedere l’asola in cui infilare i gemelli.

Papillon nero e in seta

Il papillon? Nero in seta. Quello bianco si porta solo con il frac. Lascia la cravatta nell’armadio, almeno per una volta.

Pantaloni con bretelle

Nella scelta dei pantaloni, indossa pantaloni che prevedono l’applicazione di bretelle, le cinture, per quanto pratiche, non sono adatte a un look così formale.

Scegli le bretelle nere o bianche in tessuto, piuttosto che in pelle, o comunque di un colore abbinato a quello dello smoking.

Infine evita i pantaloni con i risvolti o con le pinces, ancora una volta non abbastanza formali per l’occasione.

Scegli scarpe e calzini adeguati

Indossa scarpe nere stringate lucide o opache. Anche le slippers senza ricami possono andare bene, basta non indossare scarpe con troppi dettagli.

I calzini devono essere neri e alti fino al ginocchio. Nessuna eccezione è ammessa.

Dettagli

Indossa il gilet se la giacca è dotata di revers a punta, e la fusciacca in raso con gli scolli a scialle. Personalizza lo smoking con dettagli in raso o saia come i revers e l’iconica banda laterale dei pantaloni.

Indossa infine una pochette bianca in lino o cotone. Alcuni amano osare con la seta rossa o bordeaux, va bene comunque.

This article is also available in: Inglese Francese