(Spesso) ultimi ma non ultimi: i calzini

socks lanieri

Per quanti di voi non vogliono dover pensare anche all’abbinamento del calzino quando si alzano al mattino potete pure smettere di leggere, la lezione è finita. Per quanti di voi vogliano sfruttare il calzino come ulteriore dettaglio distintivo ci sono alcuni consigli che ci sentiamo di darvi.

Il calzino arricchisce la vostra parte inferiore e, contrariamente alla pochette, non serve a creare un piacevole contrasto ma deve inserirsi in modo armonico tra i pantaloni e le scarpe. Potete quindi utilizzare una soluzione “tono su tono” sia nei confronti dei pantaloni oppure nei confronti delle scarpe. Badando che la tonalità scelta sia sempre sufficientemente più chiara o più scura affinché si noti bene la differenza.

Oppure, ma sicuramente più rischiose in ambienti business, potete optare per calze dai colori più forti e con stacco marcato sul resto dell’abbigliamento: un tipico esempio sono i calzini viola e azzurri, e se vi sentite in vena di strafare, rossi e gialli. Attenzione che un buon abbinamento con questi ultimi due colori richiede esperienza e un physique du role adeguato.

I calzini con motivi geometrici sono più indicati per il tempo libero, con un bello spezzato, ed hanno l’ulteriore difficoltà di dover abbinare un numero maggiore di colore. In questo caso è necessario considerare il colore della giacca ed scegliere calzini che si abbinino con il colore dominate alla giacca e quello secondario ai pantaloni, in entrambi i casi con modalità tono su tono.

This article is also available in: Inglese Tedesco Spagnolo Francese