Come abbinare le calze da uomo: poche e semplici regole da seguire

calze da uomo blu a puntini rossi

Se sei fra coloro che non vogliono dover pensare anche all’abbinamento delle calze da uomo quando si alzano al mattino, puoi pure smettere di leggere, la lezione è finita. Se invece sei fra coloro che vogliano sfruttare i calzini come ulteriore dettaglio distintivo, ci sono alcuni consigli che ci sentiamo di darti.

Il calzino arricchisce la tua parte inferiore e, contrariamente alla pochette da uomo, non serve a creare un piacevole contrasto ma deve complessivamente inserirsi in modo armonico, in particolare tra pantaloni e scarpe. L’abbinamento con pantaloni e scarpe è dunque essenziale.

Se decidi poi di indossare un abito spezzato, la scelta delle calze da abbinare con l’abito potrebbe diventare più ardua, dovendo prestare maggiore attenzione in presenza di una “tavolozza” di colori più estesa, rispetto invece all’abbinamento con un più classico vestito.

Per questi motivi vale la pena dedicare qualche minuto per curare l’abbinamento con abito, pantaloni e scarpe, partendo magari dalla tipologia di calzino che potresti avere già nel tuo cassetto. Non fa differenza la lunghezza delle calze: che si tratti di calze lunghe o calzini corti, la giusta lunghezza dei pantaloni farà intravedere solo pochi centimetri delle tue calze.

Calze tono su tono

La soluzione “tono su tono” è la più classica e prevede la scelta di una calza che richiamo le tonalità cromatiche dei pantaloni oppure delle scarpe. Per esempio scarpe o pantaloni marroni richiedono calze marroni; scarpe o pantaloni neri richiedono calze nere, e così via.

Si tratta anche della soluzione più semplice per abbinare le calze ad un abito da uomo a tinta unita, ma si presta altrettanto efficacemente per abiti spezzati.

Il tono su tono va applicato badando che la tonalità scelta sia sempre sufficientemente più chiara o più scura rispetto a scarpa o pantalone affinché si noti bene la differenza, ma senza esagerare nel contrasto: la transizione cromatica dev’essere piacevole ed apprezzabile.

Calze dai colori forti e marcati

Sicuramente più rischiose in ambienti business, se sei di indole eccentrica, puoi optare per calze dai colori più forti e con stacco marcato sul resto dell’abbigliamento, sia che si tratti di abiti a tinta unita, sia di un abito spezzato. Un tipico esempio sono i calzini viola o azzurri, e – se ti senti in vena di strafare – rossi o gialli.

Attenzione però: in entrambi i casi un buon abbinamento con questi ultimi due colori richiede esperienza e un physique du role adeguato; meglio inoltre non ignorare del tutto i colori di scarpe e pantaloni, scegliendo colori forti e marcati ma che abbiano un trait d’union stilistico con le tinte di abito, pantaloni o scarpe.

Seguire questi suggerimento è fondamentale per evitare di dare l’impressione di aver scelto un paio di calze a caso da un cassetto a caso.

Calze geometriche

I calzini con motivi geometrici sono più indicati per il tempo libero e sono perfetti da portare con un abito spezzato, il che introduce l’ulteriore difficoltà – già citata in precedenza – del richiedere un abbinamento con un numero maggiore di colori.

La presenza delle geometrie richiamerà maggiormente l’attenzione; per questa ragione l’abbinamento delle calze geometriche risulta il più arduo ma anche il più interessante, capace di regalare all’outfit quel tocco di personalità in più rispetto ad altri abbinamenti.

In questo caso il nostro suggerimento è quello di prestare meno attenzione al colore delle scarpe, considerare principalmente il colore della giacca e scegliere calze che si abbinino con il colore dominate alla giacca e quello secondario ai pantaloni, in entrambi i casi se possibile in modalità tono su tono.

This article is also available in: Inglese