Perché le giacche da uomo hanno i bottoni sulle maniche?

dettaglio manica giacca con bottoni

Alcuni tengono l’ultimo slacciato. Alcuni li personalizzano con loghi o iniziali. Alcuni ne usano due e altri quattro. I bottoni sulle maniche delle giacche da uomo sono oramai un particolare che appartiene alla moda maschile, sinonimo di qualità e sartorialità.

Il perché vengano applicati, invece, è qualcosa di sconosciuto ai più. La storia di questo dettaglio sartoriale ha, come sempre, origine nel passato.

Da dove nascono i bottoni sulle maniche della giacca

Dettaglio sulla manica di una giacca con tre bottoni e mano in tasca

Tracciare con precisione l’origine storica dei bottoni sulle maniche della giacca è molto difficile.

Esistono svariate teorie che tentano di rispondere a questa curiosità ma le più gettonate sono generalmente due: l’origine militare e l’origine mondana.

Origine militare

L’interpretazione che fa risalire l’introduzione dei bottoni sulle maniche della giacca all’ambiente militare viene attribuita a turno, in base alla diverse fonti, ad alcuni grandi personaggi storici.

I più spesso accreditati sono la la regina Elisabetta I, Federico II di Prussia, Napoleone e l’ammiraglio Nelson, che avrebbero imposto alle loro truppe di indossare giacche ed uniformi con i bottoni sulle maniche.

In tutti i casi la motivazione dietro l’aggiunta dei bottoni sarebbe stata quella di impedire alle truppe di utilizzare le maniche per “ripulirsi” dai fluidi organici, per esempio asciugandosi il naso, la bocca, le lacrime o le ferite, abitudine che tendeva a deturpare l’aspetto delle uniformi e a rendere le truppe poco presentabili.

La presenza dei bottoni avrebbe reso questa pratica più fastidiosa, in alcuni casi anche dolorosa (soprattutto nel caso di bottoni in ottone), scoraggiando i soldati ad usare le maniche come “pezza” e contribuendo a far rispettare il decoro richiesto a un’uniforme ufficiale.

Origine mondana

Secondo questa interpretazione i bottoni sulla manica della giacca sarebbero vestigia di usanze risalenti ai tempi in cui gli indumenti esterni venivano realizzati sempre aperti sulla manica, rendendo il bottone e l’asola un mezzo necessario di apertura e chiusura.

C’è stato un tempo in cui tutti gli uomini erano soliti indossare la giacca, qualsiasi cosa stessero facendo. Leggendo un libro, scalando una montagna o semplicemente lavorando la propria terra: la giacca è stata per quasi duecento anni il vero (e unico) capo base del guardaroba maschile.

Ora, immagina un uomo della fine del XIX secolo mentre lavora in giardino indossando una giacca. Un look non propriamente comodo, vero? Ancora una volta la sartoria ha adattato la moda alla vita di tutti i giorni.

Grazie all’utilizzo dei bottoni ogni gentiluomo aveva la possibilità di rimboccarsi le maniche senza togliere la giacca, evitando anche così di sporcarla. Una maggiore praticità per una maggiore longevità del capo. “Bene, ma perché non poteva semplicemente restare in camicia?”.

Questa è tutta una questione di galateo. Fino a metà del secolo scorso, infatti, togliersi la giacca in pubblico equivaleva ad andare in giro per strada in biancheria intima.

I bottoni sulle maniche oggi

Veniamo ai giorni nostri, dove i bottoni sono ancora utilizzati, ma con qualche differenza. La maggior parte delle giacche eleganti da uomo che vediamo esposte nei negozi, infatti, sono sempre più spesso realizzate con asole chiuse e quindi con bottoni non funzionanti (alias, non allacciabili). Come mai?

Uno dei motivi è pratico: il guardaroba maschile si è arricchito di capi diversi, specifici per ogni attività, e non capita spesso di doversi rimboccare le maniche quando si indossa un capo elegante come la giacca.

L’altra motivazione, forse più determinante, è legata proprio alle ultime tendenze fast fashion, e quindi alla creazione delle giacche in taglia. Se i capi realizzati con misure standard – così da per potersi adattare al maggior numero di corporature – avessero i bottoni funzionanti, la lunghezza delle maniche sarebbe estremamente difficile da regolare in base alle necessità di ognuno.

Oltre ai bottoni infatti, bisognerebbe provvedere ad adattare anche le asole e il fessino, il taglio che consente di aprire le maniche e arrotolarle e l’apertura. Ecco perchè nel corso degli anni tutti questi sono diventati dettagli chiave del su misura, espressione di qualità sartoriale e autenticità.

Dettaglio di una manica di una giacca a tre bottoni, mentre il terzo bottone viene allacciato ala sua asola
I bottoni sulle maniche ora sono un dettaglio di stile

2, 3 o 4 bottoni?

Uno dei dilemmi nel caso in cui desiderassi farti confezionare una giacca su misura è la scelta sul numero dei bottoni da applicare alla manica della tua giacca.

La sartoria classica solitamente prevede due alternative: una manica con tre bottoni o una manica con quattro bottoni. La variante a soli due bottoni è invece poco diffusa.

3 bottoni

La manica con tre bottoni ha sicuramente un taglio più sportivo e leggero; perfetta nel caso di un blazer (se no ti fosse chiaro, scopri nel nostro articolo quali sono le differenze fra una giacca e un blazer), ti consigliamo di sceglierla per un look più casual e meno formale.

4 bottoni

La manica con quattro bottoni invece è più adatta ad un capo più formale, da utilizzare in occasioni in cui è necessario sfoggiare un look più rigoroso e d’etichetta; perfetto dunque per la giacche più tradizionali.

Infine, se lo desideri, puoi anche decidere di lasciare slacciato l’ultimo bottone della manica, per esaltare la fattura sartoriale dell’asola, pratica particolarmente azzeccata nel caso di maniche a quattro bottoni.

Rispondi