Come fare la valigia perfetta: la guida e 5 trucchi

Come preparare la valigia

Non importa la destinazione né la durata del viaggio, ovunque tu abbia deciso di andare quest’estate è certo che arriverà il momento di preparare la valigia. Frustrante, faticoso? Spesso lo è, e fidati, noi amanti delle camicie e di tutti i capi ad alto tasso di stropicciamento, lo sappiamo bene! Il rischio in questa situazione, non è solo quello di stressarti e di perdere tempo inutilmente, ma anche di fare la valigia nel modo sbagliato.

Da cosa si riconosce una valigia ben fatta o meno? Dal risultato, ovviamente. Se arriverai comodamente a destinazione senza percepire il bagaglio come un detestabile impiccio, se i vestiti estratti dalla valigia saranno subito indossabili senza costringerti a ricorrere al ferro da stiro e soprattutto, se non avrai dimenticato nessun capo indispensabile, potrai dirti soddisfatti del risultato!

Curioso di sapere come si prepara la valigia perfetta? Prima di tutto facendo attenzione a 3 elementi fondamentali quali la tipologia di bagaglio, i capi al suo interno e il modo di disporli. E poi, con un po’ di organizzazione e seguendo i nostri 5 consigli pratici per preparare la valigia. Vedrai, arriverai a destinazione in modalità relax… Impossibile? Stiamo a vedere!

Guida alla valigia perfetta

Quale bagaglio scegliere?

La scelta del bagaglio dipende ovviamente dalla tipologia del viaggio e dalla sua durata. Per i brevi weekend di vacanza, è perfetto un pratico borsone a mano, estremamente chic nella versione in pelle. Di classe, comodo e resistente, ti permette di mantenere un impeccabile stile upper casual in ogni contesto.

Il trolley è la soluzione più amata dai businessmen sempre in viaggio tra un paese e l’altro, sicché è più facile averne uno in casa. È essenziale, non d’impiccio e ideale se si viaggia in aereo. La rigidezza della struttura mantiene i capi all’interno in ordine e la praticità delle rotelle ti permette di non sgualcire gli abiti che hai indosso, mantenendo un aplomb degno della meta più chic.

Per le vacanza più lunghe è invece necessaria una valigia di dimensioni più grandi e se si ha intenzione di viaggiare in auto, una versione morbida è di certo la scelta più pratica per gestire lo spazio nel bagagliaio.

Quali indumenti portare?

Ovviamente non possiamo farti una vera e propria lista di capi da portare con te quest’estate, considerato che non sappiamo la tua meta, ma ti possiamo invitare a tenere a mente una parola: versatilità. È importante che tu scelga capi basic in colori neutri, così da poterli abbinare tra loro in maniera trasversale e creare tanti look diversi.

Quali sono i must-have che salveranno il tuo stile in qualsiasi occasione? Dimenticati dell’ufficio ma non dimenticare a casa un classico abito in fresco lana o in lino. Potrai abbinare la giacca a dei pratici chino per uno spezzato più casual o portare l’abito intero per una serata un po’ romantica.

Un altro capo indispensabile sono di certo le camicie. Una bianca e una azzurra, in lino o in cotone, saranno perfette con un paio di jeans, comode in spiaggia e formali se abbinate all’abito che hai portato.

Come disporre le cose in valigia?

Hai scelto cosa portare ma non sai da dove iniziare a riempire la valigia? Segui la regola della piramide e procedi per strati. Parti dalla base e inserisci gli oggetti più pesanti come beauty case, libri, elettronica, scarpe e i capi meno delicati come jeans e bermuda. Se devi portare con te qualcosa di fragile riponila esattamente nel mezzo della valigia, così che non subisca gli urti.

A questo punto disponi le camicie abbottonate, facendo attenzione a mantenere la piega dei polsini e dei colletti, le parti più visibili del capo. Le polo (e i pullover, se servono) andranno infine nello strato superiore, insieme alle giacche e ai capi più delicati del guardaroba.

Come riporre la giacca? Rivolta una spallina all’indietro ed inseriscile l’altra spallina all’interno, piegando così la giacca a metà per il lungo. La parte della fodera sarà così rivolta verso l’esterno. Dopo di che piega la giacca ancora a metà per orizzontale.

I nostri 5 trucchi salvatempo e salvaspazio

Fare i bagagli può essere più semplice e veloce di quanto pensi, ecco i nostri 5 consigli pratici per preparare la tua valigia prima di partire per le vacanze.

1. Fai il bucato prima di partire

Cesto della biancheria pieno? Ottimo. Dividi tutto per colore e metti in lavatrice non più di 3 giorni prima di partire. Se sei un tipo smemorato fatti aiutare da Siri con un promemoria “Siri, ricordami di fare la lavatrice il giorno xx alle ore xx”! Dopo che avrai lavato e stirato tutto, scegli con cura i capi da portare in vacanza e sistemali su di un piano. Qualche ora prima di partire riponi tutto in valigia seguendo la regola della piramide.

2. Aggiungi qualche essenziale

Ti sembrerà strano, ma questa non è una gara a chi la prepara la valigia più leggera. Metti un attimo a freno la tua innata propensione alla competitività e aggiungi almeno due paia di calzini, qualche mutanda e una maglietta! Vedrai che non te ne pentirai.

3. Porta pezzi intercambiabili

Quando arriva il momento di selezionare effettivamente gli indumenti da portare con te, opta per capi che possano essere combinati tra di loro. Scegli in base al colore, ai materiali e alle possibili situazioni della vacanza. Ci impiegherai tra i 10 e i 15 minuti in più (abbiamo provato!), ma risparmierai non poco spazio in valigia!

4. Arrotola invece di piegare

Logico forse: piegare i capi crea pieghe. Come fare allora per non giungere a destinazione e dover passare due ore in hotel con il ferro in mano? Arrotola! Arrotola le t-shirt, arrotola i bermuda, arrotola tutto il possibile. Dopo di che, sistema i tuoi rolls in dei pratici sacchetti separati.

5. Disfa i bagagli quando arrivi

Immaginiamo che tu stia già pregustando l’attimo in cui arriverai a destinazione e, gettate le valigie in stanza, correrai a fare un meritato tuffo in piscina? Non è così?! Come darti torto…. solo una cosa: prenditi 120 secondi, non di più, per disfare i tuoi bagagli e appendere i capi più delicati alle grucce.

This article is also available in: Inglese Francese