La lunghezza dei pantaloni

lunghezza pantaloni

Anzitutto la vostra corporatura: se siete piuttosto magri e slanciati potete permettervi un pantalone più corto e stretto sulle caviglie può arrivare addirittura all’altezza del malleolo lasciando in visto un qualche centimetro di calzino. E’ bene però sottolineare che questa è una soluzione audace e che mal si adatta al dress code più strettamente business, a meno che non siate nella posizione di poter dettare il dress code del vostro ufficio! Inoltre d’ora in poi dovrete iniziare a prestare particolare attenzione al colore, e soprattutto allo stato dei vostri calzini, dal momento che saranno sempre in vista devono armonizzarsi con la parte inferiore del vostro corpo (scarpe, pantaloni e cintura). Come per tutte le cose della vita, non esagerate con pantaloni troppo corti o potrebbero chiedervi se ci siete cresciuti dentro! Se invece siete più brevilinei, è assolutamente sconsigliabile il pantalone corto, che ha l’effetto opposto di accorciarvi le gambe e creare un effetto, passatemi il termine, a “salsicciotto”. Piuttosto preferite un pantalone che, stando in piedi, copra totalmente il calzino e sia a filo delle scarpe.

This article is also available in: Inglese