Il tessuto Hopsack: cos’è e perché sceglierlo

È uno dei tessuti più richiesti per la confezione di giacche e blazer da uomo primaverili/estivi adatti a qualsiasi occasione: abbinati con una camicia e una cravatta in seta per le occasioni di lavoro più casual, con una polo o una t-shirt per il weekend e con un maglione sottile quando la temperatura scende.

Se vuoi aggiornare il tuo guardaroba con l’arrivo della bella stagione, un capo Hopsack potrebbe essere proprio la scelta giusta: scopri quando e perché sceglierlo.

Che cos’è l’Hopsack?

Iniziamo col dire che il termine deriva dall’inglese di fine ‘800 hop-sack, quindi sack for hops, alias “sacca per il luppolo”, e ha indicato per molto tempo il tessuto di iuta di cui erano fatte le sporte utilizzate per trasportare quella pianta.

Con il passare degli anni l’utilizzo è mutato e l’Hopsack è inteso oggi come un tessuto per abbigliamento, caratterizzato da una trama piuttosto larga e aperta. Il suo speciale intreccio non è altro che una variazione della comune armatura a tela in cui i fili in ordito e in trama formano un semplice schema “a scacchi”.

Immagine della struttura della trama del tessuto Hopsack
Struttura trama del tessuto Hopsack

Questa speciale lavorazione crea un tessuto dall’aspetto informale, sportivo, luminoso, con un effetto mosso molto particolare. Un’alternativa estiva alla flanella o al tweed, utilizzati per la confezione dei blazer invernali.

Quando e perché sceglierlo

La struttura della trama, più aperta e morbida, rende l’Hopsack un tessuto molto leggero e traspirante, consigliato per la realizzazione di capi sfoderati come i blazer, così da esaltare al meglio le sue proprietà. L’aspetto un po’ grezzo e materico ne fa la scelta perfetta se cerchi un capospalla casual e incredibilmente resistente alle pieghe.

Blazer Blu Oltre Hopsack collezione Primavera Estate Lanieri
Blazer Blu Oltre Hopsack collezione Primavera Estate 2017 Lanieri

Vuoi qualcosa da indossare in ufficio? Puoi scegliere un tessuto Hopsack in tinta unita, in modo da riuscire a fare abbinamenti più facilmente. Un blazer Hopsack blu in versione doppiopetto, per esempio, è davvero il passepartout per eccellenza della bella stagione. Vuoi saperne di più su come abbinarlo? Leggi il post dedicato a quest’icona dello stile maschile!

Se invece hai deciso di dare un tocco di stile al tuo guardaroba per il tempo libero, opta per un tessuto Hopsack in fantasia. Con dei piccoli e discreti micro design per dare ancora più risalto alla trama o con delle grandi fantasie, come i finestrati (anche detti overcheck). L’opzione giusta per un capo certamente più casual da indossare nel weekend con un paio di pantaloni chino chiari o un paio di jeans e una polo!

Avvertenze: tutti i dettagli da considerare

Proprio a causa della sua trama molto larga, questo tipo di tessuto è piuttosto delicato e sensibile allo sfregamento e per questo motivo viene meno utilizzato per la confezione di pantaloni eleganti. Un pantalone realizzato con tessuto Hopsack rischia infatti di rovinarsi o strapparsi con più facilità nella parte interna della gamba.

Infine, la struttura molto morbida e ariosa lo rende sì traspirante, ma non adatto ad isolare perfettamente dal calore e dal freddo. Per questo viene considerato come un tessuto estivo-primaverile, meno autunnale e decisamente non invernale.

1 Comment

  1. […] giusta. Opta quindi per capi realizzati con tessuti dall’armatura a tela “aperta”, come l’hopsack, che aiutano l’aria a […]

Rispondi