La giacca sportiva da uomo

150317_template-post_blog

La sartoria italiana ha influito notevolmente nello sviluppo della giacca sportiva di oggi: gli italiani hanno scelto tessuti più morbidi e leggeri rispetto alla versione inglese, utilizzando colori e fantasie più vistosi che hanno dato alla giacca sportiva italiana una reputazione internazionale.

Origini:

All’inizio degli anni 20, il termine Giacca Sportiva non era ancora così diffuso. Durante il tempo libero, la popolazione maschile indossava le giacche e gilet di lavoro con un paio di pantaloni di flanella e scarpe bianche. Mentre i più ricchi si potevano permettere qualcosa di sartoriale più distintivo che una semplice giacca di lavoro, la maggior parte degli uomini non era evoluta abbastanza per ricercare un maggior livello di comfort nei propri vestiti. Fu solo nel 1923 che l’elegante Lega Ivy (Ivy League) finalmente accetta l’idea di concepire giacche diverse per i fanatici sportivi, che basandosi nell’ultima versione della giacca Norfolk (1918) ha introdotto un capo rivoluzionario per l’abbigliamento maschile.

giacca-uomo-venerdi

 

Alta qualità:

Per riconoscere una giacca di alta qualità è necessario fare attenzione ad alcuni dettagli particolari:

La spalla: In una buona spalla di sartoria l’attaccatura della manica risulta perfettamente liscia. Solo i sarti napoletani, riescono a realizzare in questo punto una rifinitura volutamente increspata quasi a mo’ di “ruche”.

Disegno: Una giacca di buona fattura ha i suoi disegni che combaciano perfettamente nella maggior parte delle cuciture. Sopratutto sul taschino ma anche tra spalla e petto l’incontro deve essere ininterrotto.

Le asole: Nelle giacche di alta qualità, è possibile aprire i bottoni della manica.

I bottoni: I bottoni sono di materiali naturali come corno, madre perla o avorio vegetale e vengono cuciti a mano.

L’imbottitura: La sartoria tradizionale utilizza spesso imbottitura di crine di cavallo che permette alla giacca di mantenere a lungo una forma tradizionale, come per esempio sul petto o sul giro revers. Nella giacca sportiva l’imbottitura è ridotta al minimo per rendere il capo ancora più morbido e versatile

bottoni-giacca-blu.rever-giacca

 

Oggi:

Dagli anni 70 in poi la giacca sportiva è diventata il capo maschile per eccellenza con cui si sono fatti più esperimenti di moda e design. Con il recente sempre più vasto utilizzo anche per occasioni d’affari, ha ripreso importanza e ora si costruisce con la stessa cura di una giacca sartoriale. Data l’importanza acquisita oggi dalla giacca sportiva, è necessario saper come indossarla per andare in ufficio.

 

Ecco i nostri consigli:

 

Lunedì e martedì: Sono i giorni in cui dovete far capire al vostro capo che avete cominciato la settimana con il piede giusto. La probabilità di aperitivi e cene fuori è molto bassa, quindi l’utilizzo della cravatta e quasi obbligatorio. Indossate una giacca blu navy, pantaloni grigi una camicia bianca o azzurra e una cravatta a righe per complementare l’outfit.

2-giacca-uomo-blu-navy

Mercoledì: Siamo già a metà settimana e dobbiamo essere pronti per eventuali inviti dopo lavoro. Potete indossare una giacca grigia con pantaloni blu oppure pantaloni crema. Camicie a righe vanno molto bene se non indossate la cravatta.

3,1giacca-uomo-blu-navy-mercoledi

Giovedì: Siete pronti per finire la settimana e molto probabilmente avete qualcosa in mente per la serata. Potete mettere un dolcevita ed una giacca doppio petto in modo da evitare spolverini extra che dimentichereste durante la serata.

giovedi

Venerdì: Finalmente il giorno per abbinare una bella giacca (se osate, sceglietela anche vistosa) con un paio di jeans e sarete pronti per la movida. L’opzione del maglioncino sotto la giacca rimane sempre aperta.

5-giacca-uomo-venerdi

Questi sono una serie di consigli pratici sui diversi abbinamenti della giacca sportiva, ma come ogni gentleman sa bene la vera essenza dell’eleganza è saper coniugare la teoria dello style al proprio estro creativo.

E voi, qual è il giorno in cui vi sentite più ispirati?

This article is also available in: Inglese