Come vestirsi per un colloquio di lavoro: abito, camicia, cravatta e scarpe

“La prima impressione è quello che conta”? Il mondo si divide in due categorie di persone, quelli che sono d’accordo con quest’idea e quelli che la ritengono obsoleta. Una cosa è certa: quando affronti un importante colloquio di lavoro hai una e una sola chance per fare colpo, dimostrare chi sei e cosa sei disposto a fare per ottenere ciò che vuoi.

La prima impressione, e quindi il modo in cui appari, ovvero il vestito che scegli per affrontare questo momento, gioca un ruolo cruciale nella buona (o meno) riuscita di un incontro. Che si tratti di una posizione di dirigente o uno stage, gli abiti che indossi sono il tuo biglietto da visita e raccontano qualcosa di te.

Perché il look per il colloquio di lavoro è una scelta importante

Abito blu e camicia azzurra appesi ad un servomuto

Uno studio di Monster.co.uk ha evidenziato come le persone in cerca di lavoro abbiano in media solo sei minuti e 25 secondi durante il primo incontro per impressionare i potenziali datori di lavoro. La ricerca rivela che le decisioni di assunzione vengono prese basandosi su tatuaggi, strette di mano e fattori importanti che definiscono la prima impressione.

In effetti, i datori di lavoro classificano le prime impressioni come il secondo fattore più importante (24%) quando si considera un’assunzione, dopo l’esperienza lavorativa (36%) ma prima dell’istruzione di un candidato (12%). Le persone in cerca di lavoro dovrebbero fare attenzione al look, poiché il 62% dei recruiter interrogati per la ricerca afferma che il gusto in fatto di abiti di un candidato influisce sulla sua occupabilità.

Insomma, un look scelto con cura (e classe) cambia l’approccio degli altri nei confronti di quello che dici: questa è la verità. Il modo in cui ti vesti può influenzare notevolmente l’atteggiamento degli altri e ne determina la fiducia. Se vuoi essere ascoltato nel modo giusto, il segreto è quello di “vestire” correttamente il messaggio. Ma c’è di più.

Vestirti in modo opportuno per un primo colloquio di lavoro ti darà maggiori probabilità di avere successo, perché dimostra che sei capace di “stare al gioco”. Al contrario, vestirsi in modo inappropriato, per esempio troppo informale o trascurato, può essere interpretato come un atteggiamento superficiale e leggero verso il lavoro e l’autorità, dimostrando una mancata comprensione delle etiquette dell’ambiente lavorativo.

Chi ti farà il colloquio si aspetta un look adeguato per il grande giorno. In caso contrario, gli starai inconsciamente dicendo qualcosa di importante. Starai dimostrando che non ti interessa poi così tanto la posizione o che forse non capisci le basi di quello che serve per avere successo nel mondo del lavoro. Perché rischiare?

Scegli un abbigliamento adeguato all’azienda

Due uomini seduti in ufficio davanti al computer di profilo

Quando parliamo di look “curato e adeguato” non ci riferiamo a un’unica combinazione di elementi che possa essere valida sempre e comunque, questo perché il concetto di appropriatezza va adattato ai vari contesti lavorativi.

Per esempio, le start-up e le nuove aziende hanno abbracciato un approccio molto più informale verso il dress code maschile da ufficio. Questo significa che presentarti al colloquio in doppiopetto grigio scuro quando tutti indossano jeans e T-shirt, potrebbe farti sentire fuori luogo o inadatto. Lo stesso vale per la situazione opposta.

È importante quindi che tu sia consapevole della cultura della società a cui vuoi appartenere, cerca di capirne lo stile e l’ambiente. Fai qualche ricerca in più online, ti servirà comunque durante il colloquio, e poi stabilisci con cura l’abbigliamento più giusto.

Scegli un abbigliamento adatto alla candidatura

Uomo in abito blu si abbassa il polsino della giacca; dettaglio sulla borsa da lavoro nera

Se è importante scegliere il tuo look in base al contesto di lavoro, è altresì importante farlo tenendo conto della posizione per la quale ti stai per candidare. Dai un assaggio ai recruiter del successo che garantirai all’azienda se sceglieranno te per quella posizione.

Questo non significa strafare, attenzione. Il così detto overdressing (vestire in modo più formale o elaborato di quanto appropriato), può generare un effetto indesiderato. Se non ti stai candidando per una posizione di management, ed esageri con la formalità darai l’impressione di sovrastimare il ruolo o te stesso. Così come è vero il contrario.

Fai le giuste considerazioni, non farti prendere troppo dalla situazione e “dress for the job you want” (vestiti per il lavoro che vuoi).

Tre look per non sbagliare: formale, informale e da remoto

Come avrai capito, il look giusto può davvero fare la differenza tra un “benvenuto” e un “le faremo sapere”. Qui di seguito trovi qualche consiglio per creare tre outfit versatili, da adattare poi in base ai tuoi gusti e alla tua personalità, per superare il tuo prossimo colloquio di lavoro con successo.

Colloquio Formale

Dettaglio su un completo formale indossato da un uomo che controlla lo smartphone

Stai per affrontare un primo colloquio per un lavoro in banca, in una società di consulenza, in un’assicurazione? Bene, probabilmente sarà già chiaro anche a te che questi sono gli esempi classici di contesti lavorativi formali, i quali impongono un dress code maschile tradizionale. Abito, camicia e cravatta sono le parole chiave. Vediamo nel dettaglio.

Abito

Un vestito è alla base di ogni look formale, ma un vestito su misura saprà dare anche al ragazzo più insicuro una dose extra di fiducia, e ti distinguerà dalla altre persone nella sala d’aspetto. Acquistare un abito personalizzato, con una vestibilità ottimale, è sicuramente l’investimento migliore.

Quindi, ti starai chiedendo: quale abito devo scegliere per un colloquio formale? Resta sul semplice: un abito monopetto a due bottoni con rever dentellati, nei toni del grigio o del blu. Versatile, efficace e sobrio. Scegli nuance medio scure, e grammature di tessuto che possano tornarti utili durante più stagioni e più condizioni meteo, quindi tra i 240 e i 270 grammi.

Una giacca con un buon taglio promuove una postura corretta, un vantaggio psicologico non da poco. Quindi, attento al fit! La giacca deve esaltare le spalle nel modo giusto e seguire la vita in modo da assottigliarla.

Assicurati che le maniche siano lunghe il giusto: il polsino della camicia deve intravedersi per non più di un centimetro e mezzo. E fai attenzione alla lunghezza dei pantaloni, il fondo al massimo deve sfiorare la tomaia della scarpa.

Camicia

Anche in questo caso la soluzione è piuttosto semplice: la camicia per il colloquio deve essere pulita, ben stirata e leggera. Bianca o azzurra con un colletto italiano, così da bene accompagnarsi alla scelta della cravatta.

Suggerimento? È probabile che la situazione ti porti a sudare un po’, per questo ti consigliamo di indossare sotto ad una camicia di un peso leggero una maglietta bianca con scollo a v.

Cravatta

La cravatta non può mancare. Sentiti libero di scegliere piccoli disegni e colori più morbidi. Va bene mostrare la propria personalità attraverso gli accessori, fino a quando non si indossa un fazzoletto da taschino verde acido.

Inoltre, ci sono molti modi per fare un nodo alla cravatta, tu hai bisogno di conoscerne uno, il più facile, il così detto “four-in-hand“. Semplice e adatto a tutte le situazioni.

Scarpe e accessori

È oramai noto che uno dei primi posti in cui cade lo sguardo quando si incontra qualcuno, siano le scarpe. La tua attenzione per il dettaglio si rifletterà quindi nella condizione delle tue calzature, abbi la premura di lucidarle prima del colloquio. Un piccolo accorgimento che farà la differenza.

Il sofisticato modello Monk Strap in nero con doppia cinghia è l’ultima “chiccheria” concessa nella maggior parte degli uffici, ma se osare non fa per te allora vai più sul classico. Opta per un paio di Oxford o Brogue, saranno perfette.

Non si può parlare di scarpe senza parlare di calze, ma per questo ti rimandiamo al nostro articolo su come abbinare le calze da uomo in maniera impeccabile.

Colloquio Informale

Due uomo in t-shirt seduti l'uno di fronte all0altro

Come ti abbiamo raccontato poco sopra, il dress code nelle nuove realtà lavorative sta cambiando e la formalità tradizionale sta sempre più lasciando il posto a una cultura casual e, al meno dal punto di vista del look, rilassata.

Ambienti come start up, società della Silicon Valley, aziende della new economy, hanno tutte un impostazione più easy, che non ti impone di presentarti davanti ai recruiter in doppiopetto e cravatta.

Sebbene il rigore sia dato per spacciato, questo non significa automaticamente che tu possa optare per una T-shirt e un paio di jeans piuttosto che per uno spezzato. Ecco qualche dritta per il tuo look informale da colloquio.

Giacca o blazer

Che sia estate o inverno non importa, tutti si aspettano che indossi una giacca durante il tuo colloquio. E anzi, se non se l’aspettano, ne saranno piacevolmente colpiti. Costruire un look con un capospalla ti permette di dare il giusto equilibrio di formalità all’outfit, consentendoti di restare più sportivo nella parte inferiore.

Cerca di scegliere un tessuto di un colore e un pattern che si sposino bene alla camicia e ai pantaloni che hai scelto. Il nostro consiglio è quello di restare su un tono scuro, possibilmente il blu, con una fantasia microdesign o tinta unita.

Giacca o blazer? Qui c’è una spiegazione sulla differenza, ma ti basti sapere che la costruzione della giacca darà più importanza alle spalle e la renderà un po’ più rigida da indossare.

Il blazer, destrutturato e sfoderato, ti lascerà più libertà di movimento e sarà più comodo se indossato con un maglione sotto.

T-shirt, polo o camicia

Se hai deciso di giocarti la carta T-shirt devi essere davvero sicuro di averne la possibilità, ovvero devi essere certo che l’ambiente sia giovane e che il colloquio sia informale, e dovrai comunque abbinarla ad un capospalla.

Ricordati che se sarai assunto, avrai tutto il tempo a disposizione per godere di un ambiente così casual, un piccolo sforzo oggi potrebbe fare la differenza.

Rispetto alla T-shirt, indossare una polo potrebbe essere una soluzione meno rischiosa, più formale della T-shirt e più sportiva della camicia, consente di mantenere uno stile casual senza eccedere nell’informalità.

Se sei in dubbio, non pensarci: la camicia è sempre la scelta giusta. Bianca o azzurra, andranno bene entrambe, specie se su misura. Indossare una camicia al colloquio racconta che hai dedicato del tempo alla scelta del tuo look, dando quindi il giusto peso all’occasione.

Ovviamente, fai attenzione che il tuo capo sia lavato e stirato.

Pantaloni

Qui ci piace l’idea di darti un po’ di libertà. Valuta tu la situazione e in una scala da super sportivo a non troppo formale scegli tra: jeans, chinos e pantaloni classici.

Esistono dei pantaloni da evitare? Certo, i pantaloni cargo o i più estivi bermuda.

Scarpe e accessori

Il panorama delle scarpe da uomo è piuttosto vasto, soprattutto quando si tratta di guardaroba da uomo casual. Il nostro consiglio è quello di scegliere tra un paio di Derby o dei classici mocassini marroni, niente di troppo impegnativo, ma comunque elegante.

Troppo tradizionale per i tuoi gusti? Dai un’occhiata alle scarpe sportive stringate, ma realizzate in pelle. Un accessorio sportivo al punto giusto.

Colloquio via Skype

Dettaglio di una video chiamata attraverso un computer portatile, con libro aperto di fianco.

Nell’era dello smart working, le nuove tecnologie consentono di realizzare colloqui anche a migliaia di km di distanza, basta avere uno smartphone o un pc e una connessione ad internet. In questo caso i dettagli che racconteranno chi sei non riguardano solo il tuo outfit, ma anche luogo che scegli per partecipare alla call.

Cerca di fare attenzione, osserva lo spazio intorno a te e scegli un luogo dal quale rispondere che sia ordinato e pulito. Farà bene alla tua attitudine e contribuirà a fare una buona prima impressione.

Giacca, blazer o maglione

Nessuno si aspetta di trovarti a rispondere da casa mentre indossi un abito tre pezzi gessato. Puoi starne certo. In questa situazione non è necessario essere iper formali, ma passare dalla modalità “casa” a quella “colloquio” è molto importante per concentrarsi, e l’abbigliamento gioca la sua parte.

Una giacca e un blazer sono le ipotesi migliori quando si tratta di un colloquio formale da casa, mentre l’opzione camicia e maglione può andare bene per le interview più easy.

Camicia

La situazione è già abbastanza “rilassata” di suo, per questo ti consigliamo di indossare sempre e comunque una camicia, pulita e stirata. Ti aiuterà a metterti nel giusto stato mentale e dirà molte cose sulla tua serietà.

Pantaloni chinos

Lo sappiamo, la tentazione è grande. Fare un colloquio da remoto restando con i pantaloni della tuta (o del pigiama) ti fa sentire al sicuro e a tuo agio, ma è proprio questo indugiare nella comfort zone che vogliamo evitare adesso.

Indossa dei pantaloni che bene si abbinino alla parte superiore del look. Andranno bene dei semplici chinos, o al massimo un paio di jeans. Non si sa mai che per qualsiasi motivo tu debba alzarti nel bel mezzo della call…

Scarpe e accessori

Durante la videochiamata cerca di apparire curato e non dimenticare quei piccoli particolari (come orologio e pochette) che raccontano agli altri la tua attenzione per i dettagli.

Per questa volta non dovrai indossare delle scarpe, a meno che anche queste non contribuiscano a darti la giusta motivazione e la giusta carica per affrontare il colloquio.

Conclusione

Se ti sei assicurato un colloquio, può essere facile supporre che la parte più difficile sia passata. Hai chiaramente esperienza e talento sufficiente per fare il lavoro, giusto? Quindi l’unica cosa che si frappone tra te e il tuo nuovo ruolo è un’offensiva tutta impostata sul fare una buona impressione.

Che tu stia aspirando a salire la scala della finanza o delle pubbliche relazioni, che tu sia un neolaureato a caccia di stage, scegliere il look più appropriato in base al colloquio ti permetterà di conquistare i recruiter e ti darà la giusta carica di autostima per affrontare qualsiasi test o prova sul campo.

Rispondi